Tratto da Wikipedia

Cos'è il Mah Jong

tavolo mah jong
Il mahjong, scritto talvolta anche mahjongg, májiàng, ma-chiang e secondo altre trascrizioni simili, è un gioco da tavolo che richiede abilità, intelligenza, calcolo e fortuna e di solito è giocato da quattro persone. Nato in Cina probabilmente nel XIX secolo è oggi molto diffuso anche nel resto del mondo, soprattutto Stati Uniti e Giappone. Il nome, letteralmente, significa "uccello di canapa" o "sparviero di canapa" o secondo altri “generale della canapa”. Si tratta di un gioco di tessere, che presenta alcune analogie con qualche gioco di carte occidentale. I giocatori guadagnano punti creando opportune combinazioni di tessere e rimuovendole in conseguenza dal gioco. La composizione dell'insieme di tessere utilizzate, e le regole di attribuzione dei punti, variano leggermente a seconda della regione. I concetti fondamentali del gioco rimangono però sostanzialmente gli stessi in tutte le varianti dello stesso.

Storia

Il mahjong in Cina

Una delle leggende sull'origine del Mahjong (ma si tratta probabilmente di una leggenda di origine occidentale) attribuisce l'invenzione del gioco al grande filosofo cinese Confucio, intorno al 500 a.C., che lo avrebbe diffuso durante il suo peregrinare per il paese, mentre divulgava la propria dottrina. Questa leggenda (considerata falsa dagli storici, vedi sotto) presenta alcune curiose corrispondenze con la realtà:passero mah jong nell'insieme delle tessere, i "tre dragoni" sono coerenti con le tre virtù cardinali sostenute da Confucio: il rosso Chung, il verde Fa e il bianco Po, infatti, rappresentano rispettivamente Benevolenza, Sincerità, e Amore filiale. Si dice che Confucio avesse un grande amore per gli uccelli, il che spiegherebbe il nome del gioco ("uccello di canapa"). Anche molti dei termini usati nel gioco (per esempio pong, chee e kong) trovano una spiegazione alla luce dell'origine confuciana del gioco. Confucio infatti apparteneva alla famiglia "Kong" (il suo nome completo era Kong-fu-tze), sposò una ragazza di nome "Che" e adottò la parola chee col significato di "connettere".

Per gli storici, tuttavia, il Mahjong è un'invenzione molto più recente, databile attorno al 1850 d.C. Il gioco potrebbe derivare dal Mádìao (anche detto Ma Tiae, letteralmente "cavallo appeso" o Yèzí, letteralmente "foglia") giocato in Cina all'inizio della dinastia Ming. Il Mádìao si giocava con 40 carte simili a quelle dello Ya Pei (un altro gioco cinese). Le 40 carte erano numerate da 1 a 9 in quattro diversi semi, più 4 carte speciale "dei fiori", il che ricorda molto da vicino la composizione dell'insieme di tessere del Mahjong. Non esiste un'ipotesi unica circa l'inventore effettivo del gioco. Secondo alcuni, esso fu creato da ufficiali dell'esercito cinese, per passare il tempo, durante la ribellione di Tai Ping (1851-1864). Secondo altri, l'inventore fu un nobile di Shanghai fra il 1870 e il 1875. Un'altra teoria ancora attribuisce il gioco a due fratelli della città di Ningpo (1850).

Il Mahjong nel mondo occidentale

La prima descrizione scritta del gioco non in lingua cinese apparve nel 1895, in un articolo dell'antropologo statunitense Stewart Culin. Fra il babcock mah jong1895 e il 1910 furono pubblicate altre descrizioni in altre lingue, inclusi francese e giapponese. In occidente, all'inizio del XX secolo, il testo di riferimento più importante in lingua inglese fu Rules of Mah-jongg di Joseph Park Babcock, noto anche come "il libro rosso"; descriveva le regole del gioco con numerose semplificazioni, che in seguito costituirono elementi fondanti del cosiddetto Mahjong americano. Altri libri di regole seguirono quello di Babcock, in generale caratterizzati da numerose imprecisioni (non fanno eccezione neppure quelli pubblicati dalla National Mah Jongg League, l'associazione di Mahjongg ufficiale americana).librorosso mah jong Fu in pubblicazioni di questo genere che si iniziò a sostenere (falsamente) che il gioco fosse antichissimo, allo scopo di renderlo più affascinante. Affermazioni false dello stesso genere vengono utilizzate, oggi, per il Mahjong in solitario, che è un gioco ancora più recente.

Negli anni venti, il gioco sbarcò negli Stati Uniti, con un notevole successo, diventando una sorta di moda. Le tessere furono vendute sotto una serie di diversi trademark, come Pung Chow o Game of Thousand Intelligences ("il gioco delle mille intelligenze"). Vennero persino incise canzoni di successo che parlavano del gioco, per esempio Since Ma is Playing Mah Jong di Eddie Cantor. In quest'epoca nacque il cosiddetto "Mahjongg americano", un gioco principalmente giocato da donne. Nel 1937, dopo numerose revisioni delle regole, venne fondata negli Stati Uniti la "National Mah Jongg League" (NMJL) e fu pubblicato il primo libro sulle regole del Mahjongg americano: Maajh: The American Version of the Ancient Chinese Game. Nonostante l'origine cinese del gioco, il Mahjongg americano viene considerato gioco ebreo; esso veniva infatti giocato principalmente da ebrei, e tali erano anche tutti i fondatori della NMJL. Pochi anni dopo (nel 1945), con la nascita della Repubblica Popolare Cinese, il gioco veniva bandito dal nuovo governo comunista del paese, in quanto il gioco d'azzardo (tale era il Mahjong in Cina) veniva visto come uno dei simboli della corruzione capitalista. La Rivoluzione Culturale riabilitò il gioco, che tornò a diventare uno dei passatempi preferiti della gente cinese.

Sviluppi attuali

Oggi il Mahjong è noto praticamente in tutto il mondo, anche se la sua popolarità e la demografia dei giocatori varia molto da nazione a nazione. Negli Stati Uniti è giocato soprattutto dalle donne, come "passatempo colto". In Giappone, i giocatori sono di entrambi i sessi, e il Mahjong è soprattutto un gioco d'azzardo (esiste anche in versione di videogioco come arcade collegato a Internet, in cui si gioca contro altri giocatori via rete, e sono diffuse anche le varianti semi-pornografiche analoghe allo strip poker elettronico). Nella comunità cinese, la cultura del Mahjong è ancora molto radicata, e i riferimenti sono onnipresenti anche nella musica pop cinese (per esempio nel cosiddetto cantopop) e nel cinema.
I tipi più comuni di Mahjong includono:

  • Mahjong Cinese tradizionale – più antico tipo di Mahjong; introdotto in America negli anni venti.
  • Hong Kong Mahjong (anche Mahjong Cantonese) – la forma più comune di Mahjong; molto simile al cinese tradizionale
  • Mahjong giapponese – Mahjong più comune trovato in Giappone e può essere visto anche in giochi di video/arcade; utilizza regole riichi e dora.
  • Mahjong classico occidentale – discendente della versione di Mahjong introdotto in America nel 1920; utilizza le regole di Wright-Patterson.
  • Mahjong americano – è la più grande divergenza dal tradizionale Mahjong, con l'introduzione di pedine Joker e il Charleston.